Acuba

Recensione

Enzo Casamento

Acuba trappola da un altro mondo di Enzo Casamento

Recensione

Ho visto Acuba spesso su molti gruppi lettura e mi ha ispirato fiducia fin da subito grazie alle citazioni con cui l’autore lo pubblicizzava. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi, in certi casi evito le trame e mi godo la storia con il minimo delle informazioni, preferendo leggermi l’incipit. Sapevo che era fantasy, che le scene d’azione erano descritte molto bene e che c’era una donna cazzuta.

Quello che non mi aspettavo era ritrovarmi il science fantasy di un matematico.

Scritto magistralmente, non è indirizzato a un pubblico infantile né a uno particolarmente sensibile. Nel fantasy è facile trovare scene di violenza o sesso più o meno esplicite, ma perfettamente leggibili da un pubblico più impressionabile.

In Acuba l’autore entra nelle profondità della mente dei suoi personaggi e ne descrive, con dovizia di particolari, le emozioni provate. Lo fa con quasi tutti i personaggi, eppure non dice troppo. Quando i “cattivi” parlano tra di loro, non danno inutili spiegazioni al lettore. Discutono sui piani, sul futuro, su i loro nemici, ma non sai perché ed è proprio la curiosità di sapere quale sia questo dannato perché a farti andare avanti.

Nei primi due capitoli ci viene spiegata praticamente tutta la trama: un demone decide di vendicarsi di un altro suo simile per un torto subito. Contatta un famoso esorcista per farsi aiutare e gli racconta la sua storia. Il problema? Non si capisce se il demone dica la verità o meno. Finora sembrerebbe anche una storia un po’ banale: il prete corrotto che accetta il patto, ma Acuba, il demone catturato, contatta una sua adepta e le fa un nome: Contero, a quanto pare l’unico che potrebbe aiutarlo a liberarsi. E qui inizia la parte “science” perché Contero è un fisico che ha elaborato una teoria su una diversa forma di materia che, dati alla mano, non è stata dimostrata. Tuttavia, l’esistenza dei demoni basterebbe da sola a confermarla.

Parte così la missione per salvare Acuba, che svelerà anche parte dei misteri legati al passato di Contero.

Ma non vi ho detto tutto, non vi ho parlato della sdragola. Cos’è? Se volete saperlo, leggete Acuba, ma sappiate che si tratta di un viaggio che vi porterà a chiedervi: «Cos’è davvero la libertà? Cos’è il libero arbitrio?»

Un piccolo appunto lo devo fare. Per quanto scritto bene, purtroppo il romanzo presenta qualche refuso. Niente di grave e in realtà neanche fastidioso, per lo più a volte ci sono delle virgolette mancanti, ma ripeto che non è niente di fastidioso, forse alcuni neanche se ne accorgeranno.

Preview

Contattami

Se hai una domanda da farmi, contattami pure. Farò il possibile per aiutarti.


    Rispondi

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: